Georges Feydeau e la finta lettera anonima a Le Figaro

La presente lettera è tratta da Le Figaro, 08 dicembre 1911, ed è stata inviata al quotidiano da Georges Feydeau per pubblicizzare, sotto forma di biglietto anonimo, la prima rappresentazione di Léonie è in anticipo avvenuta il 09 dicembre. La traduzione è mia.

Léonie è in anticipoGentile autore di Léonie è in anticipo,
Vi credete tanto furbo nel chiudere tutte le porte con i lucchetti e tappare tutte le finestre della Comédie-Royale per impedire a chiunque di assistere alla vostra pièce in anticipo rispetto alla sera della prima; non avete capito che questo avrebbe indotto i curiosi, di cui io faccio parte, a impuntarsi. Ho scommesso che sarei riuscito ad assistere, sotto il vostro naso, a un’intera prova della pièce, e ci tengo a dirvi che ho vinto. Non avete minimamente sospettato dell’uomo in blusotto azzurro che, l’altro pomeriggio, è venuto a sistemare l’elettricità. L’uomo in blusotto, ero io. In questo modo ho sentito tutto. Non vi racconterò la trama della pièce, visto che la conoscete già. Quello che posso dirvi è che mi avete fatto trascorrere un bel momento. Ah, quel povero disgraziato di marito che diventa bersaglio della tirannia della levatrice e dei suoceri nel giorno del parto della moglie!… Credo che una simile situazione sia tratta dalla realtà!… E dico “credo” perché non sono sposato… E poi, vi ho comunque fregato.

Ah!… Daynes-Grassot, nel ruolo della levatrice, è impareggiabile! E Marcel Simon, in quello del marito, è divertentissimo, con quella sua aria rassegnata e quei suoi moti di ribellione! Colombey è delizioso! Per non parlare di Suzanne Avril e Rosni-Derys, nel ruolo della giovane partoriente! Un’interpretazione strepitosa.

Rosni-Derys

Rosni-Derys

Non dirò nulla della sfarzosa scenografia perché quel pomeriggio, durante la prova, avevate a disposizione solo un paio di sedie di paglia e qualche tavolinetto, ma ciononostante sono riuscito ad averne un assaggio. Infatti, mentre me ne stavo andando, ho visto il materiale che stavano portando dai grandi magazzini Les Trois Quartiers e mi è sembrato magnifico.

Ah! Io non sono Madame di Tebe, ma secondo me la vostra pièce sarà un vero successo.

Ora è meglio che vi informi che se dopo la mia uscita avete avuto dei problemi elettrici, sarà bene che porgiate le mie scuse al direttore del teatro; purtroppo, non ci capisco niente di elettricità! E infatti non ero mica venuto a teatro per sistemare l’impianto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.