Georges Feydeau a Rio de Janeiro

Il presente articolo è stato pubblicato sul quotidiano brasiliano Jornal do Brasil il giorno 11 maggio 1975. L’autore è Yan Michalski. La traduzione è mia.

Suely Franco in A Cantada Infalível

Suely Franco in A Cantada Infalível

Chi avrebbe mai detto che Georges Feydeau sarebbe diventato, cinquantaquattro anni dopo la sua morte, uno degli autori più rappresentati di Rio de Janeiro? In effetti, il fatto che attualmente i vaudeville del XIX secolo vadano tanto di moda è un segno dei tempi, e forse è il caso che iniziamo a chiederci come si comporterà il teatro carioca quando avrà esaurito tutto il repertorio del mago del quasi-adulterio.

In questo periodo le pièces dell’autore ancora a disposizione sono già agli sgoccioli, al punto che i produttori dello spettacolo, che si terrà il giorno 15 al Teatro Maison de France, per poter allestire un altro Feydeau – il secondo di fila in questo teatro e nello stesso semestre – sono dovuti ricorrere a uno dei testi meno noti del diabolico commediografo, Il sistema Ribadier, ribattezzato per l’occasione dal traduttore, direttore e coproduttore, assieme a Milton Carneiro, João Bethencourt A Cantada Infalível.

La pièce risale al 1892, lo stesso anno in cui sono andate in scena Il signore va a caccia e Champignol suo malgrado, ed è rimasta nei cartelloni parigini anche per la stagione 1894, uno dei periodi di maggior successo del commediografo francese quando furono rappresentate, quasi simultaneamente, quattro delle sue pièces, tra le quali La palla al piede e L’Albergo del Libero Scambio. A differenza dei testi più noti di Georges Feydeau, Il sistema Ribadier – che affronta la classica tematica del tradimento associata a quella del denaro – presenta un’unica scenografia e un cast di soli sei personaggi. Quella del 15 maggio sarà la prima rappresentazione assoluta de Il sistema Ribadier in Sudamerica.

Il cast è capitanato dalla talentuosa e affascinante Suely Franco e dagli attori professionisti Milton Carneiro e André Villon, a cui si aggiungono Francisco Milani, Luis Magnelli e Janine Carneiro. Due eccellenze della produzione sono le scenografie di Belá Pais Leme, che torna a occuparsi di teatro dopo un lungo periodo di assenza, e i costumi di Kalma Murtinho: due capisaldi del buon gusto grazie ai quali possiamo attendere lo scoppio di questa nuova epidemia Feydeau con simpatica aspettativa.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...