Aspettando Feydeau: i monologhi del drammaturgo francese

Il presente articolo è tratto da Le Magazine Littéraire, Sophia Publications, Paris, N. 518, aprile 2012, pag. 26. L’autore è Christophe Bident, professore del Centre de Recherches en Arts dell’Université de Picardie Jules Verne. La traduzione è mia.

MonologhiPer molti anni Flaubert fu amico intimo di suo padre. Forse fu così che Feydeau assunse quello spirito di osservazione spassoso, feroce, instancabile che, al di là dei cliché mordaci, contraddistingue anche la sua scrittura teatrale.

In ogni sua pièce l’autore si scaglia contro la stupidità, la cupidigia e l’ipocrisia della nobiltà e della borghesia, piccola o grande che sia. Vituperazione critica? Complicità ostinata? In Feydeau, le implicazioni personali e le finalità artistiche sono spesso impenetrabili. L’uomo appartiene alle classi sociali di cui si fa osservatore, vive al di sopra delle sue possibilità, manda in frantumi la sua famiglia, sprofonda nella follia: i suoi successi, i suoi declini, le sue infatuazioni e le sue imperturbabilità lo rendono inafferrabile.

Di tutte le sfaccettature di questo vasto panorama, Alain Françon e Gilles David hanno scelto di mettere in risalto la verve satirica. Il regista e l’attore hanno già lavorato insieme in occasione degli allestimenti di La signora di Chez Maxim e Salta marchese!, più di vent’anni fa. Questa volta la loro attenzione si focalizza su un Feydeau quasi sconosciuto: tredici monologhi di gioventù scritti sul limitare degli anni del liceo.

Solo sul palcoscenico, Gilles David firma anche la regia assieme ad Alain Françon. Il titolo dello spettacolo, Le Cercle des Castagnettes, fa riferimento al circolo fondato da Feydeau assieme ad alcuni amici per promuovere la loro arte e il loro modo di concepire la musica e il teatro. A tutt’oggi, nessuno sa spiegare il perché di questo nome anche se Gilles David e Alain Françon ne sono rimasti subito positivamente colpiti: Le Cercle des Castagnettes schiocca e scrocchia (castagnettes significa nacchere). E infatti l’obiettivo che si pongono i due registi è dimostrare la nascita di una lingua, una lingua alla quale la vivacità dà delle arie da partitura testuale e la cui prolissità sfiora il delirio. In Feydeau, la punteggiatura è inarrestabile.

Teatro

Nel 1876, anno di fondazione del circolo, Feydeau ha quattordici anni, mentre suo padre è morto da tre. Presto abbandonerà il liceo ed è ancora indeciso sul suo futuro, nello specifico tra scrivere, recitare oppure scrivere e recitare contemporaneamente. La vita dei circoli è un buon mezzo per favorire gli incontri e testare il proprio talento. Al loro interno si mescolano liceali appassionati di teatro, allievi del conservatorio e attori teatrali già famosi tra cui alcuni membri della Comédie-Française. Le Cercle des Castagnettes mette in scena Molière, Labiche e altri vaudevillisti; Feydeau dimostra un eccezionale talento nel parodiare gli attori contemporanei. È anche l’epoca dei monologhi, di cui il pubblico apprezza la brevità e lo stile diretto. Nel 1879, Feydeau interpreta al circolo La piccola ribelle, monologo con il quale ottiene un primo successo: la pièce viene poi rappresentata in altre sale e il testo viene anche pubblicato. L’anno successivo, Le Cercle des Castagnettes si scioglie e Feydeau si unisce a quello de l’Obole. A diciannove anni mette in scena il monologo Ma pièce, che gli vale i complimenti dell’autore e critico Francisque Sarcey. Fino al 1890, malgrado i primi successi delle commedie e dei vaudeville, e giusto prima dei grandi trionfi, Feydeau continuerà a scrivere anche monologhi, un’ampia selezione dei quali viene ripresa oggi nello spettacolo di Alain Françon e Gilles David.

Ogni monologo dura appena qualche minuto. Le tematiche variano da un testo all’altro, ma, nell’insieme della rappresentazione, è sempre lo stesso personaggio a rivolgersi al pubblico: un uomo che si impiccia di ogni cosa e chiama lo spettatore a testimone. “Volete vedere un deputato? Vi basta guardarmi!”, lancia Gilles David all’inizio del suo primo monologo, Le riforme. Un simile appello risuona ancora più potente in piena campagna elettorale. Il deputato di Feydeau propone una serie di ricette perfettamente in grado di soddisfare lo spettatore: come arricchirsi, come mantenersi giovani, come diventare famosi… I titoli esprimono molto bene il potenziale comico degli altri monologhi: Patta all’aria, Troppo vecchio, Il collegiale, Il giurato, L’uomo parsimonioso e… Un signore che non ama i monologhi. Feydeau li scrisse, a volte, per degli attori specifici, come i celebri fratelli Coquelin. Oggi, questi testi, fanno pensare all’umorismo del franco-belga Raymond Devos poiché, ogni volta, si tratta di smontare, attraverso il riso, il meccanismo di seduzione della parola.

Teatro

All’unicità del repertorio, Gilles Davis e Alain Françon aggiungono un’ulteriore curiosità: alla fine dello spettacolo, dopo i tredici monologhi, sottolineati dalla musica originale di Marie-Jeanne Séréro, il pubblico assiste alla lettura di un racconto di Feydeau: La mezza-quaresima. Malgrado il potenziale carnevalesco racchiuso nel titolo, l’atmosfera, qui, è molto meno allegra. Una giovane coppia di operai acquista una maschera da clown. Gli innamorati se ne vanno un po’ in giro, ma, nella frenesia della festa, un omnibus investe la ragazza mentre il ragazzo crolla in lacrime sotto la sua maschera farsesca. Gilles David vi legge un’allegoria del teatro di Feydeau: l’ostentazione della sofferenza sotto la maschera del riso. Questo richiama alla mente la frase che Feydeau avrebbe detto al figlio Michel: “Il comico è una rifrazione naturale di un dramma”.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...