Georges Feydeau e lo “scandalo” spagnolo

Il presente articolo è tratto dal quotidiano spagnolo Actualidades pubblicato il 6 gennaio 1909. L’autore è Luis Gabaldón. La traduzione è mia.

Spagna Calle Mayor nel 1900Ecco come si scrive la storia

Ritaglio e incollo il seguente telegramma, pubblicato sul quotidiano francese Le Journal e inviato alla loro redazione dal corrispondente a Madrid:

“Un grave incidente si è verificato al teatro Vittoria durante la rappresentazione di La casa de the. La causa di tutto è l’orchestra che, durante uno degli intervalli, si è messa a suonare La Marsigliese.
A quanto sembra, numerosi ufficiali hanno protestato vivamente contro i musicisti chiedendo loro di suonare La Marcha Real. La rappresentazione è stata sospesa per un lungo lasso di tempo per colpa dello scandalo esploso e questo spiacevole avvenimento ha portato all’arresto di più di venticinque persone.
Il Governo ha assunto le dovute cautele per le rappresentazioni successive.
Si comunica che i repubblicani manifesteranno risolutamente in segno di protesta in occasione della rappresentazione di Occupe-toi d’Amélie di Georges Feydeau, tradotta dal generale Don Valeriano Weyler, ex ministro della guerra, perché, secondo le voci che corrono, si tratta di un’opera arrecante pesanti offese alla morale”.

Così si conclude la brillante notizia del quotidiano Le Journal, una della più celebri testate parigine.

In un unico telegramma non si era mai letto un così alto numero di spropositi.

Come di consueto, trattandosi di faccende spagnole, la più fervida immaginazione assume i contorni della realtà. Infatti, se si considera che lo scandalo, diffuso dalla stampa parigina, è scoppiato in un teatro di Vitoria-Gasteiz e non di Madrid; che l’opera rappresentata non era La casa de the bensì la zarzuela di Abati, Paso e Lleó La taza de té; che il Governo non si è minimamente occupato dell’incidente e soprattutto che il generale Weyler non ha mai tradotto in spagnolo Occupe-toi d’Amélie di Feydeau, tutto il resto potrebbe anche essere accaduto.

Ma la cosa più divertente di questo telegramma è l’atteggiamento dei repubblicani decisi a protestare contro l’adattamento di Don Valeriano Weyler per la sua audacia!

E bravo il nostro amico Weyler!

Se diventerà di nuovo ministro della guerra – ma per questo bisogna aspettare le decisioni del Presidente del consiglio Segismundo Moret – la prima cosa che scriveranno i quotidiani francesi sarà che in Spagna addirittura i ministri traducono vaudeville.

E tanto basterà per far sì che Georges Feydeau, autore della pièce, si vanti del suo successo nei salotti parigini.

Addirittura un ex ministro della guerra che gli fa l’onore di introdurlo nel teatro spagnolo!

Il telegramma di Le Journal, per colmo di sventura, è stato riprodotto anche dalla stampa italiana e da quella inglese.

E ancora meno male che, stavolta, si sono risparmiati dal gonfiare le notizie in esso contenute.

In caso contrario, Dio solo sa quanti spropositi avrebbero aggiunto al solo scopo di passare per ben informati. Perché come ben saprete, quando si tratta delle faccende spagnole si dichiarano sempre i primi della classe.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...