Cent millions qui tombent (Cento milioni piovuti dal cielo) – articolo di critica teatrale del 1923

Locandina di una rappresentazione inglese dei testi di FeydeauIl presente articolo è stato pubblicato sulla Revue des lectures il 15 maggio 1923. L’autore è sconosciuto. La traduzione è mia.

Cento milioni piovuti dal cielo: commedia-vaudeville in tre atti di Georges Feydeau (Palais-Royal).
Le idee sono di tutti. Henri Meilhac in Gotte, Tristan Bernard in Le Petit café, e una schiera di altri autori in una serie di pièces più o meno effimere, ci avevano mostrato la cuoca o il cameriere improvvisamente arricchiti. Questo, però, non era un buon motivo perché Feydeau non tornasse nuovamente sull’argomento poiché, come diceva il Principe d’Aurec del drammaturgo Henri Lavedan, “lo stile c’è”.

Sfortunatamente, l’autore è morto senza aver avuto la possibilità di mettere a punto la pièce. Forse, sarebbe riuscito ad abbellire la sua idea banale con degli sviluppi originali; cosa che i suoi successori sono stati totalmente incapaci di fare. Dopo un primo atto intenso e valido, la pièce si sfalda: le scene si susseguono a casaccio, le situazioni si ripetono identiche a se stesse senza mai rinnovarsi, l’azione diventa incoerente e, sotto la ridicolaggine troppo ricercata dei fatti, non troviamo più quell’osservazione psicologica che dovrebbe conferire alla pièce il suo vero valore comico.

Perciò, la storia del cameriere Isidore Raclure (vedi Nota) che eredita cento milioni e finisce nel mirino di tutta una serie di cacciatori di quattrini, e poi sposa la cameriera, ci lascia abbastanza indifferenti. Tanto più che, per conformarsi alle usanze del Palais-Royal, una folla di persone si aggira al suo interno in déshabillé affermando, sia a parole che con la postura, che l’amore squallido e i soldi sono gli unici obiettivi e interessi della sua esistenza.

Foto di scena da una pièce di Feydeau

Nota:

Raclure in francese significa feccia.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...